TERMINI E CONDIZIONI GENERALI

Cantinetta Antinori Gastronomie GmbH
Jasomirgottstrasse 3-5
1010 Vienna 

 

 

1. ambito di applicazione

  1. Le presenti Condizioni generali di contratto per il settore alberghiero (di seguito "AGBG 2016") regolano il rapporto giuridico tra l'albergatore e il partner contrattuale/ospite e si applicano a tutte le prenotazioni effettuate e ai servizi forniti nell'ambito di tale rapporto.
  2. Le Condizioni generali di contratto del settore alberghiero 2006 ("AGBH 2006") si applicano esclusivamente ai servizi di alloggio forniti dall'albergatore.
  3. I servizi dell'albergatore regolati più dettagliatamente qui di seguito sono offerti esclusivamente sulla base delle presenti Condizioni generali di contratto. Eventuali termini e condizioni della parte contraente che si discostino o integrino le presenti AGBG 2016 saranno efficaci solo se espressamente concordati per iscritto.
  4. Le AGBG 2016 non escludono accordi speciali e sono sussidiarie rispetto agli accordi presi in dettaglio.
  5. Effettuando una prenotazione - con qualsiasi mezzo - la parte contraente conferma di aver letto, compreso e accettato i termini e le condizioni.
  6. L'albergatore si riserva il diritto di modificare l'AGBG 2016 in qualsiasi momento, se ciò è ragionevole per il partner contrattuale, per aggiornarlo alle circostanze attuali e per adeguarlo alle disposizioni di legge.

 

2. definizioni dei termini

  1. Ospitalità
    Fornire/servire cibo e bevande nell'attività di ristorazione dell'albergatore
  2. Contratto di ospitalità
    È il contratto stipulato tra l'albergatore e il contraente, il cui fulcro è l'ospitalità e il cui contenuto è successivamente disciplinato in modo più dettagliato.
  3. Ristorazione
    Preparazione o consegna di cibi e bevande in un luogo di esecuzione stabilito dal contraente al di fuori dell'esercizio di ristorazione dell'albergatore.
  4. FAGG
    Vendita a distanza (contratto)
  5. Legge sulle transazioni a distanza e le transazioni all'estero (Fern- und Auswärtsgeschäftegesetz idgF)
    ai sensi del § 3 FAGG
  6. Ospitalità
    Locali all'esterno o all'interno di un edificio in cui si svolge la ristorazione degli ospiti da parte dell'albergatore.
  7. Locandiere
    Persona fisica o giuridica che, in qualità di gestore dell'attività di ristorazione, intrattiene gli ospiti o affitta le camere e fornisce i relativi servizi a pagamento.
  8. Ospite
    persona fisica che si avvale dell'ospitalità. Di norma, l'ospite è anche la parte contraente. Sono considerate ospiti anche le persone che si intrattengono in compagnia del contraente.
  9. KSchG
    Legge sulla protezione dei consumatori del 1979, come modificata ai sensi del § 1 KSchG
  10. Consumatore
    ai sensi del § 1 KSchG
  11. Imprenditore
    ai sensi del § 1 KSchG
  12. PRENOTAZIONE
    Offerta vincolante della parte contraente per la stipula di un contratto di ospitalità
  13. Partner contrattuale
    Persona fisica o giuridica che stipula un contratto di ospitalità come ospite o per un ospite

 

3 Conclusione del contratto/contenuto del contratto

  1. Il contratto per la fornitura di ospitalità entra in vigore dopo che l'albergatore ha verificato la disponibilità accettando la prenotazione (verbalmente o per iscritto) - al più tardi fornendo l'ospitalità - dell'ospite. Da questo momento, l'albergatore e il contraente sono vincolati al contratto di ospitalità.
  2. Fornendo i dati del conto o della carta di credito, il contraente dichiara di acconsentire espressamente all'addebito di tutte le spese sostenute - in particolare gli acconti e, se del caso, le spese di annullamento (ai sensi del punto 7) - senza ulteriori consultazioni con il contraente nella procedura di autorizzazione all'incasso del metodo di pagamento selezionato.
  3. La base della retribuzione è costituita dai prezzi indicati nel listino prezzi dell'albergatore in vigore al momento della stipula del contratto, nonché dai prezzi concordati individualmente con accordi speciali.
  4. Per tutte le prenotazioni, il contraente dovrà indicare il proprio nome completo (azienda), l'indirizzo, l'indirizzo e-mail (se disponibile) e il numero di telefono, nonché il numero esatto di ospiti da servire e l'entità del catering desiderato. Con l'invio dell'indirizzo e-mail, il contraente accetta anche di ricevere materiale informativo come newsletter, offerte, ecc.
  5. Questi dati costituiscono una parte essenziale del contratto e sono la base per la fatturazione al partner contrattuale. Il superamento o la riduzione del numero di persone prenotato è consentito solo con il consenso esplicito dell'albergatore. Il numero di ospiti concordato sarà utilizzato come base per la fatturazione come numero minimo. Se il numero di persone concordato viene superato con il consenso del proprietario, verrà addebitato il numero effettivo di ospiti. Se il numero di ospiti è inferiore a quello concordato, si applicano le condizioni di annullamento di cui al punto 6.
  6. Se non viene stipulato alcun altro accordo in merito al consumo, ad esempio un prezzo forfettario, tutte le bevande e i cibi consumati saranno fatturati dal titolare in base al consumo effettivo e al valore dell'ordine secondo il listino prezzi in vigore e si considera concordato un importo di 10 EUR per ospite prenotato come consumo minimo, che sarà dovuto anche in caso di mancato utilizzo dei servizi di ristorazione.

 

4. norme speciali per le conclusioni del contratto con acconto

  1. L'albergatore è autorizzato a stipulare il contratto di ristorazione a condizione che il contraente versi una caparra. In questo caso, l'albergatore è tenuto a informare il contraente del deposito richiesto prima di accettare la prenotazione scritta o orale del contraente. Se la parte contraente accetta l'acconto (per iscritto o verbalmente), il contratto di hosting entra in vigore con l'addebito o il pagamento dell'acconto. Solo a partire da questo momento il contratto di hosting stipulato a condizione di un acconto diventa vincolante per entrambe le parti. Fino a questo momento, la prenotazione può essere annullata da entrambe le parti gratuitamente e senza fornire motivazioni.
  2. Con l'accettazione dell'offerta da parte dell'albergatore, la caparra diventa immediatamente esigibile, a meno che non venga concordata una data di scadenza successiva I costi della transazione di denaro (ad esempio le spese di trasferimento) sono a carico del partner contrattuale. Per le carte di credito e di debito si applicano le rispettive condizioni delle società emittenti.
  3. Il deposito è un pagamento parziale del compenso concordato.

 

5. regole speciali per i contratti a distanza

  1. Gli estratti conto elettronici si considerano ricevuti se la parte a cui sono destinati può recuperarli in circostanze ordinarie e se la ricezione avviene durante l'orario di lavoro annunciato dall'albergatore.
  2. L'accettazione da parte dell'albergatore nel caso di prenotazioni effettuate con mezzi di comunicazione a distanza avverrà esclusivamente tramite una conferma della prenotazione da parte dell'albergatore via e-mail/per posta o, nel caso di un deposito concordato, con un addebito diretto riuscito da parte dell'albergatore o con un bonifico bancario riuscito da parte del contraente. Per il pagamento dell'acconto, l'albergatore addebiterà sulla carta di credito/conto del contraente l'importo/percentuale indicato nelle condizioni di prenotazione.
  3. Nel caso di prenotazioni online, le prenotazioni possono essere effettuate solo dopo l'inserimento completo e corretto di tutti i campi obbligatori nella finestra di prenotazione e l'accettazione esplicita delle CGC 2016 tramite l'applicazione fornita nella finestra di prenotazione.
  4. Il contraente riconosce che, in caso di prenotazione online, il processo di prenotazione non può più essere annullato o invertito una volta premuto il pulsante "Prenota con spese".
  5. Il contraente è l'unico responsabile del corretto inserimento/notifica dei dati. Se il processo di prenotazione è stato errato solo a causa dell'inserimento/notifica di dati errati o incompleti, la prenotazione può essere corretta con l'aiuto dell'albergatore o può essere emessa un'altra conferma di prenotazione. In tutti i casi di reclamo, il contraente deve comunque presentare la conferma della prenotazione, poiché in caso contrario l'ospitalità potrebbe essere rifiutata dall'albergatore. La conferma elettronica della prenotazione dell'albergatore è l'unica prova ammissibile della prenotazione debitamente effettuata e deve quindi essere portata con sé dal contraente e mostrata al personale dell'albergatore in caso di reclami.
  6. Il contraente riconosce che, a causa delle necessarie trasmissioni di dati via Internet e altre linee di dati, possono eccezionalmente verificarsi problemi durante la prenotazione, senza che ne derivino conseguenze legali.

 

6. recesso dell'albergatore dal contratto di ristorazione

  1. Se il contraente/gli ospiti non si presentano mezz'ora dopo l'orario di prenotazione concordato, non sussiste alcun obbligo di ospitalità, a meno che non sia stato concordato un orario di arrivo successivo.
  2. Se il contraente ha versato una caparra (vedi punto 4), la prenotazione rimane riservata per due ore dopo l'orario di prenotazione concordato.
  3. Fino a tre mesi prima dell'inizio del servizio di ristorazione concordato con il contraente o con gli ospiti, il contratto di ristorazione può essere rescisso dall'albergatore per motivi oggettivamente giustificati mediante una dichiarazione unilaterale.

 

7. recesso da parte del contraente - spese di annullamento

  1. I servizi offerti dall'albergatore sono servizi per il tempo libero ai sensi dell'articolo 18, paragrafo 1, punto 10, della FAGG, che vengono forniti in un momento specifico entro un periodo precisamente stabilito. Di conseguenza, la parte contraente non ha il diritto di recedere dal contratto ai sensi dell'articolo 11, paragrafo 1, della FAGG.
  2. La cancellazione per dichiarazione unilaterale della parte contraente è possibile solo con il pagamento delle seguenti spese di cancellazione:
    fino a 3 mesi: 30%
    Da 3 mesi a 14 giorni: 50%
    Da 14 giorni a 1 giorno: 70%
    l'ultimo giorno: 90%
  3. Fino a una riduzione del numero di ospiti prenotati nella misura seguente, è possibile un annullamento parziale nella misura del numero di ospiti da ridurre, senza il pagamento di una tassa di annullamento, mediante dichiarazione unilaterale del contraente:
    fino a 3 mesi: 40%
    Da 3 mesi a 14 giorni: 30% 
    Da 14 giorni a 1 giorno: 20%
    l'ultimo giorno: 10%
  4. Nel caso in cui il numero di ospiti prenotati si riduca di un numero superiore a quello indicato al punto 7.3, un annullamento parziale in misura pari al numero di ospiti da ridurre è possibile solo tramite dichiarazione unilaterale della parte contraente, previo pagamento delle spese di annullamento indicate al punto 7.2.
  5. Le rispettive spese di annullamento devono essere calcolate sull'importo totale concordato o sul valore totale dei servizi concordati (cibo e bevande), su eventuali accordi forfettari o, in assenza di servizi di consumo concordati, sull'importo di 70,00 EUR per ospite prenotato.
  6. L'acconto già versato sarà accreditato a fronte delle spese di annullamento di cui ai punti 7.2 e 7.3.
  7. Il recesso del partner contrattuale sarà efficace solo se dichiarato per iscritto.

 

8. ostacoli al viaggio

  1. Se il giorno dell'arrivo il contraente o gli ospiti non possono presentarsi presso la struttura di ristorazione a causa di circostanze straordinarie imprevedibili (ad es. forti nevicate, inondazioni, ecc.), il contraente non è tenuto a pagare il compenso pattuito.
  2. Se il giorno dell'arrivo il contraente o gli ospiti non possono presentarsi presso l'esercizio di ristorazione perché malati, il contraente è tenuto a pagare il compenso pattuito; l'albergatore è tenuto a provvedere alla ristorazione degli ospiti.

 

9. diritti della parte contraente

  1. Con la stipula di un contratto di ristorazione, il contraente acquisisce il diritto alla ristorazione e al servizio abituale, nonché all'uso delle strutture dell'esercizio di ristorazione, che di solito sono accessibili agli ospiti per l'uso senza condizioni particolari.
  2. Se le strutture non sono disponibili o non possono essere utilizzate per motivi tecnici, la parte contraente non ha diritto a una riduzione delle tariffe.
  3. La parte contraente esercita i propri diritti in conformità con le eventuali direttive degli ospiti (regole della casa).

 

10 Obblighi della parte contraente

  1. Il contraente è tenuto a pagare il compenso pattuito più eventuali importi aggiuntivi dovuti a richieste separate di prestazioni da parte del contraente e/o degli ospiti che accompagnano il contraente, più l'imposta sul valore aggiunto prevista dalla legge, se non ancora presa in considerazione, al più tardi al momento della fine dell'intrattenimento.
  2. L'ospitante non è obbligato ad accettare valute straniere. Se l'albergatore accetta valute straniere, queste devono essere accettate in pagamento al tasso di cambio del giorno, se possibile. Se l'albergatore accetta valute straniere o mezzi di pagamento non in contanti, il contraente si fa carico di tutti i costi relativi, come ad esempio le richieste alle società di carte di credito, ecc.
  3. Il contraente e i suoi ospiti sono responsabili in solido nei confronti dell'albergatore per qualsiasi danno causato dal contraente o dall'ospite o da altre persone che accettano servizi dall'albergatore con la consapevolezza o la volontà del contraente. Il contraente/ospite è tenuto a manlevare e tenere completamente indenne l'albergatore da eventuali richieste di risarcimento da parte di terzi.
  4. Non è consentito introdurre cibi e bevande senza il previo consenso dell'albergatore.
  5. Il contraente è responsabile dell'osservanza di tutte le norme di legge e ufficiali - in particolare quelle relative al diritto commerciale, alla prevenzione degli incendi, alla tutela dei diritti d'autore e al diritto delle manifestazioni, nonché alla legge WIEN sulla tutela dei giovani, nella versione modificata, e alla legge sulla tutela del tabacco e dei non fumatori, nella versione modificata - e si attiene alle istruzioni dell'ospitante a questo proposito. Se non diversamente previsto dalla legge, la parte contraente è tenuta a ottenere a proprie spese i permessi ufficiali e a soddisfare a proprie spese tutti i requisiti ufficiali.
  6. Il materiale decorativo deve essere conforme ai requisiti di sicurezza antincendio e può essere applicato solo con il consenso dell'albergatore, così come altri oggetti. È vietato fissare alle pareti materiale decorativo con adesivi, strisce adesive, cucitrici per mobili, chiodi e viti. Gli oggetti portati devono essere rimossi dal partner contrattuale subito dopo l'evento. Se gli oggetti non vengono rimossi immediatamente, l'ospitante ha la possibilità di farlo fare a terzi a spese del partner contrattuale o di addebitare l'affitto della stanza per il deposito.

 

11. diritti dell'albergatore

  1. Se il contraente si rifiuta di pagare il compenso pattuito o è in ritardo con esso, l'albergatore ha diritto al diritto di ritenzione ai sensi del § 471 ABGB (Codice Civile Austriaco) per quanto riguarda gli oggetti portati dal contraente o dall'ospite. L'albergatore ha inoltre diritto a questo diritto di ritenzione per garantire i suoi crediti derivanti dal contratto di ospitalità, in particolare per la ristorazione, le altre spese sostenute per conto del contraente e per eventuali richieste di risarcimento di qualsiasi tipo.
  2. Se l'albergatore soddisfa richieste particolari del partner contrattuale o dell'ospite, ha il diritto di addebitare una tariffa speciale per questo. Tuttavia, questo costo speciale o il modo in cui viene calcolato deve essere comunicato all'ospite/partner contrattuale prima che il servizio venga fornito dall'albergatore. L'albergatore può anche rifiutare questi servizi per motivi operativi.
  3. L'albergatore ha il diritto di fatturare o inter-fatturare il suo servizio in qualsiasi momento.

 

12. doveri dell'albergatore

  1. L'albergatore è tenuto a fornire i servizi concordati in misura corrispondente al suo standard.
  2. Si applicano le disposizioni di legge in materia di garanzia.

 

13 Limitazioni di responsabilità

  1. Se il contraente è un consumatore, la responsabilità dell'albergatore - anche per gli oggetti portati - è esclusa per colpa lieve, ad eccezione delle lesioni personali.
  2. Se il contraente è un imprenditore, la responsabilità dell'albergatore e dei suoi ausiliari - anche per gli oggetti portati - è esclusa per colpa lieve e grave. In questo caso, l'onere della prova dell'esistenza della colpa ricade sul partner contrattuale. I danni conseguenti, i danni immateriali o indiretti e il mancato guadagno non saranno risarciti. Il danno da risarcire troverà in ogni caso il suo limite nell'importo dell'interesse fiduciario.
  3. Non si assume alcuna responsabilità per lo smarrimento degli oggetti dell'ospite/partner contrattuale.
  4. L'ospitante si impegna a porre rimedio senza indugio a eventuali guasti delle attrezzature tecniche e di altri impianti forniti direttamente dall'ospitante. L'albergatore non è responsabile per i guasti di queste strutture o della rete elettrica o di altre infrastrutture.
  5. La responsabilità è esclusa in ogni caso se il partner contrattuale e/o l'ospite non comunica immediatamente all'albergatore il danno verificatosi dal momento in cui ne è venuto a conoscenza. Inoltre, questi diritti devono essere fatti valere in tribunale entro tre anni dalla conoscenza o dalla possibile conoscenza da parte del partner contrattuale o dell'ospite; altrimenti il diritto si estingue.

 

14. allevamento di animali

  1. Gli animali possono essere introdotti nella struttura di ristorazione solo previo consenso dell'albergatore e, se necessario, dietro pagamento di una tariffa speciale.
  2. Il contraente che porta con sé un animale è tenuto a custodirlo o sorvegliarlo adeguatamente durante il soggiorno o a farlo custodire o sorvegliare da terzi idonei a sue spese.
  3. Il contraente o l'ospite che porta con sé un animale deve disporre di un'adeguata assicurazione di responsabilità civile per gli animali o di un'assicurazione di responsabilità civile privata che copra anche eventuali danni causati dagli animali. Su richiesta dell'ospitante è necessario fornire la prova dell'assicurazione corrispondente.
  4. Il contraente o il suo assicuratore è responsabile in solido nei confronti dell'albergatore per i danni causati dagli animali portati con sé. Il danno comprende in particolare anche i risarcimenti che l'albergatore deve versare a terzi.

 

15. buoni

  1. I buoni di qualsiasi tipo non sono riscattabili in contanti. Il periodo di validità dei buoni è stabilito e definito sul rispettivo buono, per cui questi devono essere riscattati o scambiati al più tardi alla scadenza di un periodo di 5 anni dalla data di emissione. In caso di smarrimento dei voucher di qualsiasi tipo, l'albergatore non fornirà alcuna sostituzione.
  2. Se il voucher ordinato online è già stato inviato al contraente prima che il pagamento da effettuare sia stato ricevuto o accreditato dall'albergatore, il voucher non sarà valido fino al pagamento completo e l'albergatore avrà il diritto di trattenere le prestazioni evidenziate dal voucher fino al pagamento completo.
  3. Il partner contrattuale è l'unico responsabile del corretto inserimento/notifica dei dati nella maschera online appositamente predisposta per la trasmissione del buono acquistato. Se la consegna del buono non ha potuto essere effettuata correttamente solo a causa dell'inserimento/notifica di dati errati o incompleti da parte del partner contrattuale, quest'ultimo non ha alcun diritto legale al reinvio di un buono.
  4. In caso di acquisto di un buono online, il partner contrattuale ha il diritto di revocarlo entro quattordici giorni senza indicarne i motivi. Il periodo di revoca è di quattordici giorni a partire dal giorno in cui il cliente o un terzo da lui nominato, che non sia il vettore, ha o ha preso possesso della merce.
    Per esercitare il diritto di recesso, l'utente è tenuto a informare l'albergatore - Cantinetta Antinori Gastronomie GmbH, Jasomirgottstraße 3-5, 1010 Vienna, telefono: +43 1 533 77 22, e-mail: office@cantinetta-antinori.at, mediante una dichiarazione chiara (ad esempio una lettera o un'e-mail inviata per posta) - della sua decisione di recedere dal presente contratto.
  5. Il diritto di revoca ai sensi del punto 15.4 non sussiste se il partner contrattuale personalizza il buono da acquistare nello shop online secondo i suoi desideri specifici.

 

16. modifica della convenzione di accoglienza

  1. La parte contraente non ha il diritto di modificare il tipo e l'entità del catering. Se il contraente comunica in tempo utile la sua volontà di modificare il contratto di ristorazione, l'albergatore può accettare la modifica del contratto di ristorazione. L'albergatore non è obbligato a farlo.
  2. L'albergatore può fornire al contraente o agli ospiti una ristorazione diversa (della stessa qualità) se ciò è ragionevole per il contraente, soprattutto se la deviazione è minima e oggettivamente giustificata. Viene fornita una giustificazione oggettiva, ad esempio se una o più camere sono diventate inutilizzabili, se gli ospiti già presenti prolungano il loro soggiorno, se c'è un overbooking o se altre importanti misure operative richiedono questo passo. Eventuali spese aggiuntive per il catering sostitutivo sono a carico dell'albergatore.

 

17 Risoluzione del contratto di hosting - risoluzione anticipata

  1. Se il contraente o i suoi ospiti non si presentano, l'albergatore ha il diritto di esigere il compenso pattuito, ai sensi dell'articolo 17.3.
  2. L'albergatore ha il diritto di risolvere il contratto di ristorazione per giusta causa, in particolare se il contraente o l'ospite
    a) faccia un uso significativamente dannoso dei locali o, con il suo comportamento sconsiderato, offensivo o comunque gravemente scorretto, arrechi offesa agli altri ospiti, al proprietario, alle sue persone o si renda colpevole di un reato punibile contro la proprietà, la morale o l'incolumità fisica nei confronti di queste persone;
    b) è affetto da una malattia contagiosa o da una malattia che si protrae oltre il periodo di intrattenimento o comunque diventa bisognoso di cure;
    c) non paga le fatture presentate alla scadenza entro un termine ragionevole (3 giorni).
    In caso di risoluzione della convenzione di hosting per giusta causa, la parte contraente è tenuta a versare il compenso di cui alla clausola 17.3.
  3. L'albergatore dovrà dedurre quanto risparmiato in seguito al mancato utilizzo della sua offerta di servizi o quanto ricevuto fornendo ospitalità altrove. Si parla di risparmio solo se la struttura di ristorazione è completamente occupata al momento del mancato utilizzo del servizio di ristorazione ordinato dall'ospite e se, a causa della mancata presenza della parte contraente, possono essere serviti altri ospiti. L'onere della prova del risparmio è a carico della parte contraente.
  4. Se l'esecuzione del contratto diventa impossibile a causa di un evento considerato di forza maggiore (ad esempio cause di forza maggiore, sciopero, serrata, boicottaggio delle consegne, ordini ufficiali, ecc.), l'albergatore può recedere dal contratto di ristorazione in qualsiasi momento, a meno che il contratto non sia già considerato risolto per legge o l'albergatore non sia esonerato dal suo obbligo di ristorazione. Sono escluse le richieste di risarcimento danni ecc. della parte contraente.
 

18. malattia, infortunio o decesso dell'ospite durante il servizio

  1. Se un ospite si ammala o subisce un infortunio durante il suo soggiorno nella struttura di ristorazione, il proprietario provvede a fornire assistenza medica su richiesta dell'ospite. In caso di pericolo imminente, l'albergatore provvede all'assistenza medica anche senza una richiesta specifica dell'ospite, in particolare se questa è necessaria e l'ospite non è in grado di farlo da solo.
  2. Finché l'ospite non è in grado di prendere decisioni o i suoi parenti non possono essere contattati, l'ospitante provvederà alle cure mediche a spese dell'ospite. Tuttavia, l'ambito di applicazione di queste misure di assistenza termina nel momento in cui l'ospite è in grado di prendere decisioni o i parenti sono stati informati della malattia/incidente.
  3. L'albergatore ha diritto a un risarcimento da parte del contraente e dell'ospite o, in caso di decesso, dei loro successori legali, in particolare per i seguenti costi:
    1. spese mediche arretrate, costi per il trasporto in ambulanza, medicinali e rimedi;
    2. necessaria disinfezione del locale;
    3. Ripristino di pareti, arredi, tappeti, ecc. nella misura in cui siano stati contaminati o danneggiati in relazione alla malattia, all'infortunio o al decesso;
    4. Pagamento dei servizi di ristorazione utilizzati dall'ospite, oltre a eventuali costi per l'inagibilità delle camere a causa di disinfezione, evacuazione o simili;
    5. qualsiasi altro danno subito dall'albergatore.

 

19 Luogo di esecuzione, foro competente e scelta di legge

  1. Il luogo di esecuzione è il luogo in cui si trova l'attività di ristorazione.
  2. Il presente contratto è soggetto al diritto formale e sostanziale austriaco, ad esclusione delle norme di diritto internazionale privato (in particolare IPRG ed EVÜ) e del diritto di vendita delle Nazioni Unite.
  3. Il foro competente esclusivo per le transazioni commerciali bilaterali è la sede legale dell'albergatore, il quale ha anche il diritto di far valere i propri diritti presso qualsiasi altro tribunale localmente e fattualmente competente.
  4. Se il contratto di ristorazione è stato stipulato con un contraente che è un consumatore e ha il domicilio o la residenza abituale in Austria, le azioni contro il consumatore possono essere intentate solo presso il domicilio, la residenza abituale o la sede di lavoro del consumatore.
  5. Se il contratto di hosting è stato stipulato con un contraente che è un consumatore e che è domiciliato in uno Stato membro dell'Unione Europea (ad eccezione dell'Austria), in Islanda, in Norvegia o in Svizzera, il tribunale con giurisdizione locale e per materia per il domicilio del consumatore avrà la competenza esclusiva per le azioni contro il consumatore.

 

20. Varie

  1. Tutte le modifiche al contratto di ospitalità devono essere apportate per iscritto dalla parte contraente.
  2. A meno che le disposizioni di cui sopra non prevedano diversamente, il termine decorre dalla consegna del documento che lo stabilisce alla parte contraente che deve rispettarlo. Se un termine è calcolato in base ai giorni, il giorno in cui si verifica il momento o l'evento che determina l'inizio del termine non è incluso nel calcolo. I limiti di tempo determinati da settimane o mesi si riferiscono ai giorni della settimana o del mese che, per la loro designazione o numero, corrispondono al giorno a partire dal quale il limite di tempo deve essere conteggiato. Se questo giorno manca nel mese, sarà determinante l'ultimo giorno del mese stesso.
  3. Le dichiarazioni devono pervenire all'altra parte contraente l'ultimo giorno del periodo (mezzanotte).
  4. L'albergatore ha il diritto di compensare i crediti della parte contraente. La parte contraente non ha il diritto di compensare i crediti dell'albergatore; ciò non si applica ai consumatori se l'albergatore è insolvente o se il credito della parte contraente è stato stabilito da un tribunale o riconosciuto dall'albergatore. 
  5. In caso di lacune normative, si applicano le disposizioni di legge in materia.

 

21. protezione dei dati

  1. Il contraente accetta che i suoi dati personali possano essere raccolti, conservati ed elaborati (in forma cartacea ed elettronica) ai fini dell'adempimento del contratto e dell'assistenza al cliente, nonché per i propri scopi pubblicitari, ad esempio per l'invio di offerte, newsletter e simili. Il partner contrattuale acconsente all'invio di posta elettronica a scopo pubblicitario fino a revoca. Il presente consenso può essere revocato in qualsiasi momento per iscritto tramite e-mail, fax o lettera ai recapiti indicati in testa alle CGV.
Cantinetta Antinori, il vostro ristorante italiano nel 1010 di Vienna.

Dear guests,

A causa di lavori di manutenzione il nostro ristorante sarà chiuso da 13 marzo - 5 aprile 2023 chiuso. Vi aspettiamo alla Cantinetta-Antinori giovedì 6 aprile 2023 dalle ore 11.30.

Lo staff della Cantinetta Antinori

—————

Cari ospiti,

A causa di lavori di ristrutturazione, il nostro ristorante rimarrà chiuso da Dal 13 marzo al 5 aprile 2023Vi aspettiamo alla Cantinetta Antinori giovedì 6 aprile 2023 dalle ore 11.30.

Grazie mille e cordiali saluti!
Il vostro team Cantinetta Antinori